Seguire una dieta sana ed equilibrata può aiutare a tenere sotto controllo (anche) i sintomi dell’asma

15 Marzo, 2022

Secondo i dati della Global Initiative for Asthma (GINA) gli asmatici nel mondo sono circa 300 milioni, di cui 30 milioni in Europa e 3 milioni in Italia, pari a poco meno del 5% della popolazione. Sebbene i possibili legami tra alimentazione e asma siano in gran parte ancora sconosciuti, appare sempre più evidente che una dieta equilibrata (ricca di frutta, verdura, cereali integrali e legumi), che è in grado di ridurre l’infiammazione e la produzione di specie reattive dell’ossigeno implicate nella patogenesi di questa malattia, possa contribuire a controllare i sintomi e, nel complesso, migliorare la qualità della vita degli asmatici.

L’esistenza di una relazione tra la qualità della dieta, valutata tramite l’indice Alternate Healthy Eating (AHEI-2010), e la malattia asmatica è stata osservata anche in questa analisi trasversale dei dati ottenuti in una popolazione di 12.991 donne, con un’età media di 63 anni, afferenti alla coorte francese dell’Asthma-E3N study, uno studio prospettico per il quale sono state raccolte informazioni sulla composizione della dieta dei partecipanti all’inizio dell’osservazione.

Dalla suddivisione della popolazione in gruppi in base alla qualità della dieta, dopo l’aggiustamento per i fattori confondenti, è emerso che le donne che ottenevano punteggi AHEI-2010 più elevati, e che assumevano più verdura, frutta, cereali integrali e legumi e meno di 1 porzione al giorno di carne rossa e processata, avevano uno score di sintomatologia dell’asma più basso. In altre parole, maggiore era la qualità della dieta delle partecipanti minore era la probabilità (ridotta fino al 23%) di andare incontro a sintomi come il respiro affannoso, il “fiato corto” a risposo o dopo uno sforzo fisico e la dispnea al mattino. Inoltre, l’approccio dietetico più favorevole si associava anche a una minore assunzione di farmaci per patologie metaboliche.

Nel complesso questi risultati confermano che una dieta equilibrata può svolgere un ruolo importante nella prevenzione e nella gestione dell’asma, anche in età relativamente avanzata. I possibili meccanismi di questo effetto protettivo andrebbero esaminati più in dettaglio in studi ad hoc, anche per identificare i sottogruppi di pazienti che potrebbero trarre maggiore vantaggio da questo approccio terapeutico.

Healthy diet associated with better asthma outcomes in elderly women of the French Asthma-E3N study

Ait-Hadad W, Bédard A, Chanoine S, Dumas O, Laouali N, et al.
Eur J Nutr. 2022 Feb 27; doi: 10.1007/s00394-022-02815-0. Epub ahead of print.

PURPOSE: The impact of a healthy diet on asthma prevention and management, particularly among elderly women, remains poorly understood. We investigated whether a healthy diet would be associated with fewer asthma symptoms, and, among women with asthma, with reduced uncontrolled asthma and metabolic-related multimorbidity.
METHODS: We included 12,991 elderly women (mean age = 63 years) from the Asthma-E3N study, a nested case-control study within the French E3N cohort. Negative binomial regressions were used to analyse associations between a healthy diet [evaluated by the Alternate Healthy Eating Index-2010 (AHEI-2010)] and a validated asthma symptom score, and logistic regressions to analyse associations between the AHEI-2010 with the asthma control test and multimorbidity profiles previously identified by clustering methods on medications used.
RESULTS: After adjustment for potential confounders, a linear inverse association was found between the AHEI-2010 score and the asthma symptom score [mean score ratio (95% CI) = 0.82 (0.75-0.90) for the highest versus lowest quintile; p for trend < 0.0001]. In addition, women in the highest versus lowest AHEI-2010 tertile were at a lower risk to belong to the “Predominantly metabolic multimorbidity-related medications profile” compared to the “Few multimorbidity-related medications” profile [OR 0.80 (0.63-1.00) for tertile 3; p for trend = 0.05; n = 3474].
CONCLUSION: Our results show that a healthy dietary intake could play an important role in the prevention and management of asthma over the life course.

Condividi

AP&B

Eventi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER NFI

Riceverai la nostra selezione della letteratura scientifica e il mensile AP&B (Alimentazione, Prevenzione & Benessere), pensato per chi vuole conoscere i presupposti di un'alimentazione che dia un contributo attivo allo “star bene”.

Non inviamo spam!
Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.