L’attività fisica moderata-vigorosa serale ha un effetto positivo sul controllo glicemico

11 Luglio, 2024

L’effetto protettivo dell’attività fisica sul controllo glicemico, specie in presenza di resistenza insulinica, è ben conosciuto; non è invece noto se la modalità con cui l’attività fisica viene svolta possa influenzare l’ampiezza di questo effetto favorevole.

Questo studio ha coinvolto 186 adulti sedentari con sovrappeso/obesità e con almeno un fattore di rischio cardiometabolico, come un’elevata pressione arteriosa, elevati livelli plasmatici del colesterolo LDL, o bassi livelli del colesterolo HDL, ipertrigliceridemia o glicemia elevata, che sono stati monitorati per 14 giorni consecutivi utilizzando accelerometri e dispositivi di monitoraggio continuo del glucosio. Ogni giornata è stata classificata in base al momento in cui veniva praticata la maggior parte (più del 50% del totale) dell’attività fisica moderata vigorosa (MVPA): mattina (6:00-12:00), pomeriggio (12:00-18:00), sera (18:00-00:00) o senza alcun periodo predominante.

I risultati hanno mostrato che accumulare la maggior parte dell’esercizio fisico durante le ore serali era associato a livelli della glicemia media più bassi (-1,26 mg/dl) nelle 24 ore rispetto ai giorni inattivi, con associazioni simili per entrambi i sessi. Questi effetti erano particolarmente pronunciati nei partecipanti con regolazione del glucosio alterata. Non sono state invece osservate differenze significative nel controllo glicemico per l’MVPA svolta al mattino o distribuita durante la giornata.

Queste osservazioni suggeriscono che il momento della giornata in cui viene svolta la MPVA giochi un certo ruolo nel controllo glicemico, evidenziando quindi l’importanza non solo del volume ma anche del timing dell’attività fisica. Studi futuri dovrebbero esplorare se questi risultati possano essere applicati anche a popolazioni più anziane o con diabete, nelle quali l’importanza di mantenere un controllo glicemico ottimale può essere ulteriormente maggiore.

Impact of lifestyle moderate-to-vigorous physical activity timing on glycemic control in sedentary adults with overweight/obesity and metabolic impairments

Clavero-Jimeno A, Dote-Montero M, Migueles JH, Camacho-Cardenosa A, Oses M, Medina JE et al.
Obesity (Silver Spring). 2024 Jun 10.  Epub ahead of print.

OBJECTIVE: Moderate-to-vigorous physical activity (MVPA) improves glucose levels; however, whether its timing affects daily glycemic control remains unclear. This study aims to investigate the impact of lifestyle MVPA timing on daily glycemic control in sedentary adults with overweight/obesity and metabolic impairments.
METHODS: A total of 186 adults (50% women; age, 46.8 [SD 6.2] years) with overweight/obesity (BMI, 32.9 [SD 3.5] kg/m2) and at least one metabolic impairment participated in this cross-sectional study. MVPA and glucose patterns were simultaneously monitored over a 14-day period using a triaxial accelerometer worn on the nondominant wrist and a continuous glucose-monitoring device, respectively. Each day was classified as “inactive” if no MVPA was accumulated; as “morning,” “afternoon,” or “evening” if >50% of the MVPA minutes for that day were accumulated between 0600 and 1200, 1200 and 1800, or 1800 and 0000 hours, respectively; or as “mixed” if none of the defined time windows accounted for >50% of the MVPA for that day.
RESULTS: Accumulating >50% of total MVPA during the evening was associated with lower 24-h (mean difference [95% CI], -1.26 mg/dL [95% CI: -2.2 to -0.4]), diurnal (-1.10 mg/dL [95% CI: -2.0 to -0.2]), and nocturnal mean glucose levels (-2.16 mg/dL [95% CI: -3.5 to -0.8]) compared with being inactive. This association was stronger in those participants with impaired glucose regulation. The pattern of these associations was similar in both men and women.
CONCLUSIONS: These findings suggest that timing of lifestyle MVPA is significant. Specifically, accumulating more MVPA during the evening appears to have a beneficial effect on glucose homeostasis in sedentary adults with overweight/obesity and metabolic impairments.

Condividi

AP&B

Eventi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER NFI

Riceverai la nostra selezione della letteratura scientifica e il mensile AP&B (Alimentazione, Prevenzione & Benessere), pensato per chi vuole conoscere i presupposti di un'alimentazione che dia un contributo attivo allo “star bene”.

Non inviamo spam!
Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.