Coltivare un hobby è una strategia utile per il benessere nella popolazione di età pari o superiore a 65 anni

29 Settembre, 2023

La popolazione di età pari o superiore a 65 anni sta crescendo nel mondo a un ritmo maggiore rispetto a tutti gli altri gruppi di età, grazie soprattutto al continuo allungamento della speranza di vita, che tuttavia spesso non coincide con il guadagno di anni in buona salute e senza disabilità o malattie. È per esempio preoccupante la crescente comparsa di problemi di salute mentale, che impongono oneri insostenibili ai servizi sanitari e di assistenza sociale.

Trovare strategie efficaci per il mantenimento del benessere complessivo nel corso degli anni è dunque fondamentale; numerose segnalazioni, a questo proposito, suggeriscono l’importanza nella cosiddetta terza età di coltivare hobby sostenibili, come arte, bricolage, lettura, sport, giardinaggio, ecc.

Dalla metanalisi dei risultati di 5 studi condotti in 16 nazioni sull’associazione longitudinale tra l’impegno nelle attività ricreative e vari aspetti del benessere mentale, in soggetti di età pari o superiore a 65 anni, è emerso che coltivare hobby comporta in generale una minore presenza di sintomi depressivi e una maggiore percezione di salute complessiva, serenità e soddisfazione personale. L’analisi di sensibilità ha mostrato che i risultati erano indipendenti dal genere, dall’essere o meno in pensione, o dall’età del pensionamento nel paese di residenza.
L’associazione tra il coinvolgimento in uno o più hobby e il senso di soddisfazione in tutte le fasce d’età è stata messa in relazione con la capacità dell’attività fisica, dell’impegno artistico e culturale e della partecipazione alla vita sociale e comunitaria di influire positivamente sul benessere emotivo e fisico, indipendentemente dallo stato di salute oggettivo o dalle capacità funzionali, che fisiologicamente tendono a peggiorare con l’età.

Promuovere le attività ricreative permette quindi di contribuire al miglioramento dell’aspettativa di vita degli anziani in diversi modi, favorendo la sensazione di avere il controllo della propria mente e del proprio corpo, grazie alla presenza di obiettivi nella vita di tutti i giorni e verificando la propria capacità di affrontare le questioni quotidiane, con un guadagno sia economico che in termini di impegno per il sistema sanitario e per le organizzazione coinvolte nell’assistenza sociale.

Hobby engagement and mental wellbeing among people aged 65 years and older in 16 countries.

Mak HW, Noguchi T, Bone JK, Wels J, Gao Q, Kondo K, Saito T, Fancourt D.
Nat Med. 2023 Sep;29(9):2233-2240. doi: 10.1038/s41591-023-02506-1. Epub 2023 Sep 11.

ABSTRACT
Growing aging populations pose a threat to global health because of the social and psychological challenges they experience. To mitigate this, many countries promote hobby engagement to support and improve mental health. Yet, it remains unclear whether there is consistency in benefits across different national settings. We harmonized measures of hobby engagement and multiple aspects of mental wellbeing across 16 nations represented in five longitudinal studies (N = 93,263). Prevalence of hobby engagement varied substantially across countries, from 51.0% of Spanish respondents to 96.0% of Danish respondents. Fixed effects models and multinational meta-analyses were applied to compare the longitudinal associations between hobbies and mental wellbeing. Independent of confounders, having a hobby was associated with fewer depressive symptoms (pooled coefficient = -0.10; 95% confidence intervals (CI) = -0.13, -0.07), and higher levels of self-reported health (pooled coefficient = 0.06; 95% CI = 0.03, 0.08), happiness (pooled coefficient = 0.09; 95% CI = 0.06, 0.13) and life satisfaction (pooled coefficient = 0.10; 95% CI = 0.08, 0.12). Further analyses suggested a temporal relationship. The strength of these associations, and prevalence of hobby engagement, were correlated with macrolevel factors such as life expectancy and national happiness levels but overall, little variance in findings was explained by country-level factors (<9%). Given the relative universality of findings, ensuring equality in hobby engagement within and between countries should be a priority for promoting healthy aging.

Condividi

AP&B

Eventi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER NFI

Riceverai la nostra selezione della letteratura scientifica e il mensile AP&B (Alimentazione, Prevenzione & Benessere), pensato per chi vuole conoscere i presupposti di un'alimentazione che dia un contributo attivo allo “star bene”.

Non inviamo spam!
Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.